giovedì 3 gennaio 2013

Il concolinaro

Tra gli antichi mestieri diffusi nella Roma di una volta, appare la figura del concolinaro: era un ambulante che si occupava della riparazione di piatti di terracotta e concoline, figura assimilabile per molti versi a quella dell'odierno arrotino ed ombrellaio, che chiama a raccolta le donne romane ormai da generazioni, con un richiamo tanto caratteristico e famoso da essere ormai tutelato dalla SIAE! Questo grido però, non è originale, perché deriva proprio dal caratteristico "Concoline e piatti d'accomodare, donne!" che accompagnava il passaggio del concolinaro.
Concoline... Cosa sono? Si tratta di vasi di terracotta, appunto,a forma troncoconica e con l'interno smaltato (il più tipico era uno smalto biancastro a macchiette verdi). Serviva a lavare i panni, i piatti, le verdure e, finchè erano abbastanza piccoli, anche i bambini, con buona pace dell'igiene e dell'amuchina!
Le riparazioni avvenivano facendo dei piccoli fori sui pezzi da riattaccare, aiutandosi con un piccolo trapano a mano che funzionava a corda, e quindi unendo i pezzi con del mastice e con del filo di ferro che passava nei buchi appena fatti.